domenica 26 giugno 2011

La scoperta dell'America

Alla ricerca del vero SEO

2011 Overall Ranking Algorithm

2011 Overall Ranking Algorithm
Mi è arrivata stamattina la news di SeoMoz con il report annuale sui fattori che, secondo le ricerche, detterebbero il successo sul web.

L'immagine rappresenta il peso dei vari fattori nel determinare i risultati del posizionamento nei motori di ricerca.

La ricerca si svolge ogni anno, con l'obiettivo di capire come "ragionino" - se mai lo facciano - gli algoritmi di Google nel determinare il posizionamento delle risorse sul web.

Ripeto, per chi non lo avesse capito o avesse frainteso: i dati non li da Google - stai fresco! - ma vengono calcolati sulla base di una miriade di test e sondaggi effettuati da diversi ricercatori.


A ciascuno il SEO
Con l'esplosione del 2.0 ci fu la grande scoperta su come lavorare il codice delle pagine per ottenere posizionamenti migliori.

Già da qualche anno, Google ha declassato di parecchio questo tipo di fattori e ha cominciato a dare più peso ad altre cose, tra cui parole chiave, link e autorità.

I ricercatori di SeoMoz hanno addirittura costruito la tavola periodica dei fattori che influenzano il posizionamento e qui puoi leggerne la guida (sempre secondo le indagini, NON secondo Google!).

La tavola contiene a sinistra i fattori determinanti contenuti nelle pagine web, a destra i fattori determinanti esterni alle pagine.

Li riconosci per il colore differente.

Ogni elemento è valutato con una scala da 1 a 3.

La maggioranza dei fattori con voto +3 sono esterni alle pagine, quindi fai attenzione a tutti quelli che ti promettono di aggiustarti le pagine per scalare i motori di ricerca.

Un esempio?

Scendendo la prima colonna a sinistra, fino al terzo elemento, trovi Cw, ovvero le parole chiave, voto +2 e per parole chiave si intende la corrispondenza tra le parole digitate dalla persona che fa una ricerca su Google e le parole nel titolo della tua pagina, NON la densità delle parole chiave all'interno del testo.

Sono molto felice di vedere il fattore Cq, qualità del contenuto, al primo posto, in alto a sinistra.

Il modo migliore per avere riscontro resta ancora la qualità di quello che scrivi.

Io SEO che tu sai che io  SEO
La torta nell'immagine in alto mostra un testa a testa al 21 % tra il fattore link - quanti link da altre fonti inviano alla pagina - e il fattore autorità - quante persone cercano il dominio del sito, al cui indirizzo in genere corrisponde la home page - entrambi esterni alle pagine.

Negli anni scorsi, il fattore autorità ha dominato i risultati delle ricerche: non potendo più lavorare sul codice delle pagine, la battaglia per il posizionamento è stata influenzata sempre più dalla bontà dei contenuti e la gente ha iniziato a cercare i siti preferiti usando direttamente la URL principale.

Lentamente, il fattore link ha inseguito, raggiunto e oggi superato di pochissimo il fattore autorità (21,45 contro 21,13).

Perché?

Probabilmente l'influenza delle condivisioni sui social network: anch'io periodicamente mi ritrovo ondate di visite che partono tutte da pagine di Facebook ma nel report della ricerca americana le opinioni sono diverse.

Il resto va da SEO
Cosa ci dice, in sostanza, questa ricerca?

  • Se scrivi cose interessanti la gente verrà a leggerle
  • Se scrivi testi di qualità avrai una valutazione più alta
  • Se hai anche solo una mezza dozzina di persone che linkano pagine del tuo sito nelle loro chiacchiere virtuali, in pochi giorni scali parecchi posti
Quali sono le cose davvero in tuo potere?

1 commento:

  1. Good article! Thank you so much for sharing this post. Your views truly open my mind.

    RispondiElimina

Cerca nel blog

Caricamento in corso...