sabato 16 luglio 2011

Tre facili modi per movimentare la tua prosa

Scrivere in modo chiaro è la prima regola.

Ma se ogni eccesso è difetto, anche un eccesso di chiarezza e semplicità certe volte può "ammazzare" l'interesse del lettore.

Un testo troppo lineare, troppo preciso, troppo scorrevole cela un paradossale rischio di annoiare.

Ognuno è misura di sé stesso: a te stabilire quanto indugi in certe soluzioni e quanto invece riesci ad alternarle.

Se tendi a infastellare la tua scrittura di aggettivi, avverbi, gerundi e altre parole "rallentanti" allora è giusto insistere sulla semplicità estrema.

Se però scrivendo non fai che limitarti sempre e soltanto a soggetto, predicato e complemento, rinunciando a qualsiasi parola in grado di aggiungere un po' di sapore, allora o le tue informazioni sono davvero irrinunciabili oppure il lettore ti leggerà con meno frequenza perché gli lasci addosso una sensazione di "asciutto" che alla lunga irrita.

Ecco tre facili modi per movimentare la tua prosa, camminando sul filo della leggibilità.


Ripetizioni virtuose
Quando usi una frase relativa dopo la principale - quelle legate dal che - puoi introdurre la seconda frase ripetendo il nome a cui essa si riferisce.

Se la frase dice

Ormai non aveva più alcun rimorso che avrebbe potuto impedirgli di seguire la sua strada.

il che si riferisce al rimorso, quindi puoi ripetere la parola rimorso rinforzandone l'impatto e dire

Ormai non aveva più alcun rimorso, un rimorso che avrebbe potuto impedirgli di seguire la sua strada.

Oppure,

Lei entrò a passi lenti che le conferivano ancora più fascino di quanto potessi immaginare.

diventa

Lei entrò a passi lenti, passi che le conferivano ancora più fascino di quanto potessi immaginare.

La virgola e la pausa creano un ritmo nel quale l'attenzione del lettore si dilata, come puoi constatare adesso leggendo.

In altri termini
Se invece di ripetere il nome a cui si riferisce la frase relativa, lo sostituisci con delle forme sinonimiche, allora aggiungerai oltre al ritmo la varietà lessicale.

Così

Ormai non aveva più alcun rimorso che avrebbe potuto impedirgli di seguire la sua strada.

Può diventare

Ormai non aveva più alcun rimorso, alcun ostacolo morale che avrebbe potuto impedirgli di seguire la sua strada.

Nell'altro esempio

Lei entrò a passi lenti che le conferivano ancora più fascino di quanto potessi immaginare.

diventa

Lei entrò a passi lenti, falcate sicure che le conferivano ancora più fascino di quanto potessi immaginare.

La variazione sinonimica aumenta il potere descrittivo e quindi l'effetto sensoriale sul lettore.

Aggiungendo gerundi
L'allitterazione è voluta, naturalmente.

Che i gerundi possano complicare la comprensione è fuor di dubbio.

Ma anche le spezie indiane in eccesso complicano la digestione, eppure se usate bene portano qualsiasi pietanza a livelli di bontà stratosferici.

Prendi il brano

Ormai non aveva più alcun rimorso che avrebbe potuto impedirgli di seguire la sua strada. Questo lo faceva sentire capace di sfidare la vita e di essere finalmente sé stesso.

Le aggiunte, rispetto agli esempi precedenti, si possono contrarre usando i gerundi, per abbreviare ma anche per intensificare il concetto generale.


Ormai non aveva più alcun rimorso che avrebbe potuto impedirgli di seguire la sua strada, sentendosi capace di sfidare la vita ed essendo finalmente sé stesso.

 Oppure

Lei entrò a passi lenti che le conferivano ancora più fascino di quanto potessi immaginare. Così io non potei fare a meno di seguirla con lo sguardo e smettere di leggere.

si può trasformare in


Lei entrò a passi lenti che le conferivano ancora più fascino di quanto potessi immaginare, obbligandomi a seguirla con lo sguardo e smettendo di leggere.

Ars combinatoria
Cosa succede a queste frasi se usiamo gli stratagemmi in contemporanea?

Il primo brano

Ormai non aveva più alcun rimorso che avrebbe potuto impedirgli di seguire la sua strada. Questo lo faceva sentire capace di sfidare la vita e di essere finalmente sé stesso.

diventa


Ormai non aveva più alcun rimorso, alcun ostacolo morale che avrebbe potuto impedirgli di seguire la sua strada, sentendosi capace di sfidare la vita ed essendo finalmente sé stesso.

Il secondo


Lei entrò a passi lenti che le conferivano ancora più fascino di quanto potessi immaginare. Così io non potei fare a meno di seguirla con lo sguardo e smettere di leggere.

si tramuta in

Lei entrò a passi lenti, falcate sicure che le conferivano ancora più fascino di quanto potessi immaginare, obbligandomi a seguirla con lo sguardo e smettendo di leggere.

Quando usarli
  • Quando ti sembra che la chiarezza stia sconfinando nella monotonia
  • Quando a furia di cercare di asciugare a tutti i costi ti sembra tu non abbia più parole da dire
  • Quando ti scopri a scrivere con tensione, le sopracciglia aggrottate, le dita nervose, la mancanza di piacere
In assoluto, la terza ragione è il segnale per una dose abbondante...

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog

Caricamento in corso...