sabato 22 ottobre 2011

A come Autorevolezza



Conosci Otello Celletti?

Non posso ascoltare la tua risposta ma se è un no sappi che dentro di me sto dicendo ahi ahi!

Nel 1960 Luigi Zampa realizza un film mitico, Il vigile, e Alberto Sordi scolpisce una delle figure memorabili dell’italiano.

Un disoccupato squattrinato e senza grande voglia di lavorare ha la grande occasione di entrare nei vigili urbani.

Il riscatto è alle porte: finalmente potrà entrare nel bar, accompagnato da suo figlio, e raggelare gli avventori, sempre pronti a fargli una pernacchia al suo ingresso, con la sua nuova impressionante divisa da poliziotto motociclista.

Infatti, dopo il canonico Buongiorno a tutti, al burlone di turno la pernacchia per poco non gli va di traverso di fronte alla divisa.


La voce del padrone
E Stanley Milgram, lo conosci?

Uno psicologo autore di un esperimento tanto crudele quanto elettrizzante che ora ti racconto.

Milgram pubblicò un’inserzione nella quale invitava, dietro compenso, a partecipare a una ricerca scientifica sulla memoria.

I partecipanti estraevano a sorte il loro ruolo, insegnanti o discenti, ma il sorteggio era falso: il discente era sempre un complice di Milgram, tutti gli altri facevano gli insegnanti.

Insegnanti di che?

Essi dovevano leggere coppie di parole ai discenti, i quali dovevano ripeterle e aggiungerne altre per associazione libera.

Qualora la ripetizione fallisse o l’associazione proposta dal discente fosse discutibile, l’insegnante doveva punire la persona impartendogli una scossa elettrica sempre crescente in rapporto agli errori accumulati.

Il dottore affiancava gli insegnanti esortandoli a punire quando era il caso, in nome della scienza.

Gli esperimenti furono condotti con quattro variabili che produssero quattro percentuali diverse di “punitori incalliti”:

  • l’insegnante poteva vedere ma non sentire il discente mentre subiva le scosse: il 65 % degli insegnanti arrivò al massimo voltaggio
  • l’insegnante poteva sentire ma non vedere il discente mentre subiva le scosse: il 62,5 % degli insegnanti arrivò al massimo voltaggio
  • l’insegnante poteva sentire e vedere il discente mentre subiva le scosse: il 40 % degli insegnanti arrivò al massimo voltaggio
  • l’insegnante doveva porre la mano del discente su una piastra per impartire le scosse: il 30 % degli insegnanti arrivò al massimo voltaggio
Sono percentuali agghiaccianti ma Milgram non si stupì affatto: siamo allenati sin dall’infanzia a rispettare l’autorità e a obbedire anche quando sentiamo che qualcosa non quadra.

Gli insegnanti subivano in modo potente l’influenza del dottore che li esortava a dare le scosse.

I vestiti nuovi dell’imperatore
Oggi è la giornata delle domande: conosci il re è nudo?

Due truffatori convincono un re di essere capaci di fabbricare il tessuto più prezioso di questo mondo: solo i savi di mente, infatti, possono vederlo con i propri occhi.

Ne mostrano una pezza al re ma in realtà non hanno nulla tra le mani.

Il re ci casca: per non dover ammettere di essere stolto, dice di vedere la stoffa e di trovarla così preziosa da voler indossare un vestito fatto dai due falsi sarti.

Quando i due malfattori vestono il re, egli esce per strada come mamma lo ha fatto e nessuno dice nulla per non fare la figura dello stupido.

Solo un bambino all’improvviso ha il coraggio di dire che il re è nudo e per i due malfattori finisce la pacchia.

A ben vedere, i due falsi sarti devono essere stati molto convincenti per abbindolare in questo modo il re.

Hanno saputo costruire, ai suoi occhi, la giusta autorità.

Costruire l’autorità è cruciale se vuoi provare ad avere successo nella comunicazione e soprattutto nella vendita di prodotti e servizi informativi.

Due risultati al posto di uno
La buona scrittura crea autorità, c’è poco da fare.

Scrivere contenuti validi, nella tua area d’interesse farà di te una figura autorevole nel tuo campo.

Acquisirai un vantaggio consistente rispetto a coloro che non usano Internet per comunicare e anche rispetto a quelli che non lo usano nel modo giusto.

Mentre gli scrittori professionali devono lavorare da una parte alla scrittura di contenuti validi e dall’altra a costruire pubbliche relazioni per diffondere i loro testi, con Internet tu puoi fare entrambe le cose nello stesso momento.

Il tuo obiettivo non è essere al primo posto nei motori di ricerca o vincere il premio Pulitzer.

Il tuo obiettivo è essere al primo posto dell’area specifica di cui hai scelto di occuparti, essere la prima scelta dei tuoi lettori, fossero anche solo dieci.

Col tuo sito o col tuo blog puoi ottenere questo risultato in tempi molto più rapidi di chi non usa la rete.

Ma prima, scopri i segreti più importanti per una scrittura che vince.

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog

Caricamento in corso...