giovedì 22 dicembre 2011

Gli auguri scritti: quante forme conosci?

Come scrivere un biglietto d'auguri in tre facili mosse puntualmente ritorna al primo posto della classifica dei post più letti di questo blog, in concomitanza con le festività.

Si vede che c'è un bisogno diffuso di aiuto nella scrittura degli auguri per amici, parenti, conoscenti e chissà chi altro.

Come possiamo fare dei buoni auguri scritti?



Scrivere un biglietto
A volte riesce difficile dire grazie o fare gli auguri di persona o per telefono.

Una buona alternativa è usare un biglietto scritto di proprio pugno.

Sta diventando un'usanza anacronistica, lo so, ma resta ancora uno dei modi più efficaci per mostrare i propri sentimenti ai destinatari.

La potenza esercitata da un semplice bigliettino su chi lo riceve è imprevedibile: durante uno stage di teatro con Eugenio Barba, gli scrissi un biglietto per ringraziarlo di tutti i preziosi insegnamenti trasmessi in quei giorni; ebbene, lui decise di leggere il biglietto pubblicamente e mi rispose ringraziandomi per averglielo scritto, perché gli dava modo di riflettere sull'importanza di quanto stavamo vivendo tutti, insegnanti e apprendisti, in quella circostanza.

Scrivere un sms
Se non hai tempo per un biglietto, sfrutta la tecnologia e manda un sms in pochi secondi.

L'sms ha il vantaggio di essere del tutto libero da forme precostituite.

Con un messaggino, puoi esprimerti senza troppi filtri, e far sapere anche alle persone che vedi tutti i giorni il modo in cui pensi a loro in questa speciale ricorrenza.

Scrivere una mail
La mail non ha solo sostituito la lettera ma ne ha allargato la potenzialità, visto che arriva in tempo reale al destinatario.

È un bellissimo sistema per farsi gli auguri sul posto di lavoro e magari regalare qualche parola gentile a quei colleghi che di solito apostrofiamo senza remore.

I messaggi elettronici invogliano ancor di più i destinatari a rispondere, visto che l'invito a farlo compare proprio alla fine del box di lettura.

Se invierai mail d'auguri, riceverai senz'altro risposte positive in cambio.

Scrivere una poesia
Sebbene la poesia sia scesa da tempo immemore dal gradino più alto della letteratura, essa viene ancora considerata preziosa e quando qualcuno sceglie di comunicare ai suoi cari con questo tipo di testo, lo fa proprio perché vuole sottolineare l'unicità del momento.

Inutile dire che non dev'essere un poema né avere qualità dantesche.

Sarebbe bene usare la rima, baciata o alternata, perché la sua regolarità renderà la poesia e il gesto di regalarla più simpatico e coinvolgente.

Scrivere un commento
So per esperienza che leggere molti blog non vuol dire sentirsi motivati a commentare e che non c'è nessun nesso automatico tra un buon post e l'istinto di rispondere a esso.

I blog però sono una fonte importante della conoscenza attuale e i loro autori, per il solo fatto di mettere a disposizione degli altri i loro interessi, meriterebbero un piccolo grazie o un augurio una volta all'anno.

Inoltre, sappi che ogni blogger legge tutti i commenti che riceve, a differenza delle lettere inviate a un giornale che in parte svaniscono nel nulla.

Produrre con costanza buoni contenuti è una sfida, per noi che scriviamo online, e sentire che dall'altra parte c'è qualcuno, ora d'accordo con noi, ora dubbioso, a volte entusiasta, altre volte deluso, resta sempre la migliore delle ricompense.

Scrivere un post
Voce riservata ai bloggers come me.

Non c'è bisogno che io lo consigli, in questo periodo scrivere un articolo sulle festività è senz'altro uno dei primi pensieri.

Se però diventa anche l'occasione di augurare a tutti i lettori buone feste, allora è anche meglio.

A proposito: buone feste a tutti!

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog

Caricamento in corso...