sabato 29 gennaio 2011

Scrivere senza sforzo: tre azioni efficaci

Che fatica!
Ti capita mai di pronunciare anche solo con la mente queste parole, mentre sei alle prese con i tuoi testi?

Naturalmente, non sto parlando delle difficoltà nella scelta delle parole, nel mettere insieme le frasi nella migliore maniera possibile, di perfezionare lo stile e assicurarsi di evitare strafalcioni, no.

Con molta probabilità non sei alle prime armi, leggi questi post proprio perché con la scrittura hai già dimestichezza.

E tuttavia i consigli a venire potranno esserti molto utili anche se fossi neofita.

Qual è il vero nemico numero uno per chi scrive?

Iniziare.

Decidere di mettersi seduti a scrivere e vergare quel foglio o battere quel tasto.

Un atto da un millesimo di secondo, che però taglia il tempo in due: da una parte la fase del dubbio, dell'esitazione, del buio, dall'altra la fase dello scorrimento, dell'espressione libera, del fiume in piena.

Il nostro - anche il mio - più grande problema è stato, è  e continuerà ad essere iniziare a scrivere.

Perché se non manteniamo questo impegno abitualmente non possiamo certo dichiararci scrittori.

Se sei una persona che rimane spesso intrappolata nella prima fase del tempo, quella al di qua del mettere nero su bianco, i consigli de Il tuo writingcoach in un mese ti saranno senz'altro utili.

Ma cosa puoi fare proprio adesso per iniziare a superare questo scoglio?

venerdì 28 gennaio 2011

Il Feng Shui della scrittura

Se ti piace scrivere probabilmente è perché richiede un contatto con sé stessi: va bene il successo, va bene la perizia artistica, va bene il piacere di costruire delle relazioni attraverso le tue parole, ma quel momento in cui ti ritiri per creare il tuo testo ha un valore personale inestimabile.

In esso puoi assaporare armonia, benessere e felicità.

Per questo la scrittura è un'ottima pratica meditativa e terapeutica, e per questo presenta molti punti in comune con le pratiche orientali.

Da ciò nasce l'accostamento tra scrittura e Feng Shui.

Feng che...?
Il Feng Shui è l'arte cinese di disporre le cose intorno a noi.

Il Feng è il vento, la forza attiva detta anche yang, mentre Shui vuol dire acqua, la forza passiva detta yin, e sono i due elementi fondamentali dell'energia universale, il C'hi.

Per secoli gli orientali hanno usato - e continuano tuttora - a usare il Feng Shui per pianificare la localizzazione delle loro abitazioni e dell'arredo.

Quando le attività umane vengono progettate secondo i dettami del Feng Shui, il C'hi fluisce in noi e in ciò che facciamo apportando benessere ed equilibrio.

Si tratta di una disciplina tanto complessa quanto affascinante.

lunedì 24 gennaio 2011

Scrivere post: lista o storia?



Le liste ti stancano?

Ne hai piene le scatole di elenchi puntati?

I magic bullets hanno perso ogni fascino ai tuoi occhi?

Hai perfettamente ragione: ogni tanto è più piacevole raccontare una bella storia, invece di tutte queste sfilze di consigli.

Non lo dico io, ma alcuni tra i i più grandi scrittori, artisti e pensatori che si ricordino.

Non ci credi?

Ascolta le loro parole sull'arte del raccontare (e non solo)...

giovedì 20 gennaio 2011

Non trovo le parole: sei modi per non dirlo più

Hai un'idea su cui scrivere ma non trovi il modo giusto per esprimerti?

Una situazione per niente rara, che merita ogni sforzo da parte di chi scrive, perché il come dirai ciò che vuoi dire è davvero cruciale per la riuscita del tuo testo.

Se la cosa ti preoccupa, dunque, sappi che è giusto così.

Ma preoccuparsi soltanto non serve, bisogna anche muoversi.

Come?

Sicuramente non c'è una bacchetta magica, certi giorni le parole sembrano sgorgare da sole, altre volte ci sentiamo come rubinetti a secco.

Per quei giorni in cui il tuo cervello sembra essere poco collaborativo, ecco i miei sei suggerimenti.

sabato 15 gennaio 2011

Io sono... un blogger: il mantra vincente

Inutile nasconderlo: se scrivo questo blog - e non solo - è perché mi piace il riscontro che ottengo.

Ci sono periodi in cui quest'obiettivo mi pervade, altri nei quali si diluisce, ma sempre e comunque sono qui perché sapere di fare qualcosa che ti è utile mi gratifica.

Non solo è il mio obiettivo, ma nei miei stessi scritti cerco di consigliare a te come ottenerlo, ossia come scrivere e incassare dei bei riscontri.

Finché si tratta di illustrare qualche tecnica, elencare principi formali, suggerire correzioni e miglioramenti stilistici la cosa fila liscia: se a qualcuno può sembrare che io scriva molto, sappia che in realtà leggo il quadruplo, oltre ad ascoltare musica, vedere film eccetera.

Quindi, il serbatoio è sempre pieno di idee.

Ma i post che prediligo sono quelli nei quali possiamo riflettere insieme sugli atteggiamenti mentali, sulle abitudini del nostro essere autori.

La riflessione più importante in assoluto è questa, perché verte non solo su ciò che scriviamo ma su ciò che siamo.

Ho consigliato di recente l'uso "smodato" del tu per orientarsi verso il lettore, ma oggi voglio esagerare con l'io, perché mi sembra il modo migliore per dirti come secondo me dev'essere chi scrive blog.

Se ripeterai ogni giorno le frasi che seguono, come un mantra, io ti garantisco che svilupperai tutte le qualità elencate in te...

...prima o poi ;-)

martedì 4 gennaio 2011

Il decalogo della buona scrittura

Per un 2011 col botto, parto subito molto alto.

Cosa accadrebbe se adattassimo i dieci comandamenti alla nostra amata scrittura?

Ecco una mia personalissima interpretazione...

Io sono la tua scrittura e non ne avrai un'altra al di fuori di me
La scrittura non è un mezzo alternativo ad altri, ciò che dici in un testo scritto non è la stessa cosa che diresti parlando, in un video, con una presentazione PPT o con altre diavolerie.

La scrittura è la scrittura, ha le sue regole, alcune (poche) esplicite ed esteriori, altre (molte) implicite nella relazione tra te e il lettore.

Cerca nel blog

Caricamento in corso...