domenica 22 aprile 2012

Tutti possono scrivere bene: una procedura di ferro!

Come nelle ricette di cucina, che ti spiegano passo dopo passo che cosa usare e come usarlo per ottenere un certo piatto, così nella scrittura dovresti avere la tua ricetta per ottenere sempre un testo leggibile e di qualità.

Il pregio delle buone ricette di cucina, infatti, è che ti aiutano a organizzarti, a preparare per bene tutti gli ingredienti e le attrezzature e, soprattutto, ti dicono con che cosa attaccare prima e che cosa fare dopo, perché ogni ingrediente e base avrà i suoi tempi.

Un esempio banalissimo: se vuoi fare la pasta in casa è inutile che tu metta l'acqua a bollire prima di farla, perché altrimenti quando avrai finito di impastare, stendere e dare forma alla tua pasta l'acqua nella pentola sarà ridotta della metà.

Anche quando scrivi il tuo testo, soprattutto se un testo funzionale, informativo, la ricetta che usi è fondamentale per ottimizzare i tempi, organizzare i dettagli, gestire le tue energie.

Perciò, se stai sempre a tagliuzzare e a riscrivere i tuoi testi, è il momento di adottare una procedura di ferro che ti permetta di avere sempre ben chiaro il messaggio da trasmettere e che ti mostri la strada più rapida ed economia per arrivarci.

Tra i miei corsi puoi senz'altro trovare il metodo giusto per imparare tutto ciò che ti serve per portare a livelli eccellenti la tua scrittura e approfondire tutto ciò che puoi leggere in questo e altri post.

La nostra serie Tutti possono scrivere bene inizia proprio da qui.

Oltre a leggere la procedura, clicca pure sui links per approfondire ognuno dei punti!

  1. Scrivi prima il titolo: ricordati che nel titolo dev'esserci una ragione o una suggestione che spinga il lettore a continuare la lettura.
  2. Poi scrivi gli eventuali sottotitoli: anche se dovessi scegliere di non impaginare il testo con i sottotitoli, essi ti servono per strutturare il testo in sottopunti, e ti permettono di non uscire dai binari.
  3. Sfrutta qualche frase a effetto: mi riferisco a citazioni, motti celebri e altre proposizioni che possano dare autorità e vivacità al tuo testo. Se prima di scrivere ne sceglierai un paio, esse ti aiuteranno a precisare meglio il tema che stai trattando e lo spirito con cui lo fai, anche se poi dovessi scegliere di non inserirle davvero nel testo.
  4. Concentrati sul paragrafo iniziale: ogni frase che lo compone dev'essere fatta apposta per spingere il lettore a passare alla successiva. Puoi presentare l'argomento, porre domande o spiazzare il lettore con un racconto apparentemente fuori luogo, per poi virare sul tema scelto.
  5. Scrivi subito anche il finale: il finale serve a lasciare il segno e a confermare al lettore l'importanza del testo letto. Puoi salutarlo riassumendo quanto detto, lasciarlo nel dubbio con nuovi quesiti o concludere con una battuta graffiante.
  6. Crea subito il tuo elenco di punti: spiace dirlo ma la maggior parte delle persone non vuole leggere davvero tutto il testo e va a caccia della sostanza. Ora, se una parte del tuo testo è in forma di elenco puntato, è difficile che questi punti non contengano informazioni essenziali. Chi legge online prevalentemente va in cerca di risposte, soluzioni, spiegazioni su come fare qualcosa, informazioni importanti da sapere e da ricordare. Organizza il nucleo del tuo contenuto in una bella lista di punti.
  7. Mantieni la promessa: ovvero, controlla che quanto hai annunciato nel titolo, la ragione o la suggestione iniziale, sia davvero stato sviscerato dal tuo testo, e taglia tutto ciò che lo porterebbe fuori strada.


Di quest'ultimo punto ne parleremo occupandoci di revisione.

1 commento:

  1. Sto leggendo tutti i tuoi post uno dopo l'altro.. Mi sei di grande aiuto! Grazie!

    RispondiElimina

Cerca nel blog

Caricamento in corso...