sabato 31 marzo 2012

Il mensile di Scrivibene: Marzo 2012

Anche questo mese, su www.scrivibene.com, abbiamo toccato questioni essenziali a una buona scrittura professionale.

Ecco di che cosa abbiamo parlato.

Lasciati ispirare
Ma da che cosa, potresti chiederti.

Il punto è che l'ispirazione, nella maggior parte dei casi, arriva quando smetti di cercarla con la volontà.

Ecco che una distrazione, un'attività diversa, un periodo anche breve di pausa si rivelano fecondi di nuove energie.

Qui ti racconto che cosa puoi fare mentre le tue idee ti sembrano in standby e come trasformare questo apparente problema in una fertile opportunità.

Il primo passo
Esiste una formula universale per scrivere un buon inizio, con la garanzia di una qualità indiscussa?

Come si fa a esordire in un testo aumentando la curiosità del lettore?

Che cosa ci spinge ad andare fino in fondo nella lettura di un articolo e ci motiva ad andare avanti, parola per parola?

Certo, se ci fosse un testo che parla di questo, non avrei dubbi: lo leggerei subito.

Ora puoi farlo anche tu, leggendo questo post e scoprendo come costruire inizi vincenti.

Hai i titoli per scrivere?
Non sto parlando di laurea e altri attestati, intendo dire se sai quanto sia importante la costruzione del titolo e hai anche una mezza idea su come costruirne di efficaci.

Da questo articolo non solo puoi accedere ai tanti altri post che ho scritto sull'argomento, ma puoi anche immediatamente inventare i tuoi titoli bomba grazie a una formula semplice e di sicura riuscita.

venerdì 30 marzo 2012

Guida rapida ai titoli efficaci

Gli strumenti che trovo più utili alla scrittura sono quelli in cui si riassumono procedure complesse in pochi passi semplici.

Del resto, questo blog ha come motto mosse facili per una scrittura efficace, quindi...

Ho scritto tanto sui titoli, da diverse angolature e seguendo percorsi molto differenti tra loro, per offrire quanto più materiale è possibile per la questione delle questioni, in ambito di scrittura funzionale: i titoli.

Ti invito caldamente a prestare la dovuta cura a questo pezzo di testo, sia perché l'esercizio con i titoli è il più produttivo e istruttivo che ci sia nella scrittura, sia perché è il classico biglietto da visita.

Un buon titolo non è per forza una roba stratosferica, a volte è più efficace titolare con estrema semplicità, come ho fatto oggi con questo post, dal titolo chiaro che più chiaro non si può.

In altre situazioni, può invece essere utile prenderla più alla larga e introdurre una dimensione più narrativa, retorica e affascinante sin dalle prime parole.

In ogni caso, voglio che questo post sia una sorta di scheda pratica da usare, più che da leggere, che ti permetta di inventare all'istante buoni titoli con l'aiuto di formule ultratestate e sempre valide.

giovedì 29 marzo 2012

Innescare l'amo della scrittura

Odiosi momenti, in cui le idee si nascondono.


Puoi avere tutto il talento che ti pare, o aver scritto articoli stupefacenti, nella tua carriera.


Non conta: ciò che conta è il presente, un presente arido di nuove idee, proprio adesso che una spruzzata d'inventiva sarebbe vitale.


Accade a tutti, belli e brutti, a te e a me e a quelli capaci di scrivere capolavori che ci portiamo nella mente e nel cuore.


Eppure, anche in questi casi, che cos'altro puoi fare se non provare a scrivere ugualmente?


Possiamo vergare pagine e pagine su quanto è difficile a volte far sbocciare un germe dal quale sviluppare una pianta valida, ma a nulla serve se poi non tentiamo comunque di farla nascere.


Tentare, tentare e ancora tentare.

Hai notato qualcosa di strano?

mercoledì 7 marzo 2012

Non sai che cosa scrivere? Fai le pulizie!

Chiunque si dica interessato alla scrittura avrà vissuto uno di quei momenti terribili nei quali sembra che l'ispirazione sia partita per un lungo viaggio, la creatività si sia messa in aspettativa e le idee abbiano preso la tangenziale della nostra mente per non passare per il nostro centro.

Sono momenti nei quali lo scrittore può mettere in dubbio la sua sessione di lavoro, ma che dico?, la sua vocazione, anzi, sé stesso.

Chi non ci si è mai trovato è davvero fortunato.

Cerca nel blog

Caricamento in corso...